Una guida completa e gratis su WordPress


Indice

  1. Perché WordPress
  2. Differenze tra blog e sito
  3. Acquistare un dominio
  4. Istallazione su spazio hosting
  5. Bacheca
  6. Configurazione di base: impostazioni
  7. Temi
  8. Articoli
  9. Pagine
  10. Utenti
  11. Commenti
  12. Plug-in
  13. Immagini
  14. Indicizzazione
  15. E-Commerce
  16. Newsletter
  17. Backup
  18. Disclaimer

1 – WordPress

WordPress è un CMS (Content Management System) completamente gratuito ed altamente professionale. Grazie al fatto che abbia un codice “aperto” sono numerosissimi gli sviluppatori nel mondo che hanno potuto realizzare plug-in, espansioni e migliorie dedicate a WP. La sua popolarità è infatti dovuta sia alla sua ottima realizzazione che ai suoi importantissimi plug-in. Vi sono molti altri CMS attualmente operativi ma WP gestisce più del 50% della quota di mercato, inoltre il 15% dei siti è sviluppato in WP.

↑ indice ↑

2 – Sito, blog o forum?

WP è nato inizialmente per realizzare blog ad alto impatto grafico, ma successivamente ha introdotto alcune funzionalità che permettono di realizzare un sito nella sua eccezione più tradizionale. Come se non bastasse alcuni plug-in permettono di trasformarlo in un forum.

Solo a titolo esemplificativo e per i neofiti: un blog è generalmente un sito in cui vengono postati articoli che generalmente è possibile commentare. Un forum invece è luogo virtuale in cui avviare intere discussioni. Con WP possiamo impostare le pagine in modo che siano pagine fisse oppure strutturate come un blog. Ogni operazione che faremo sarà reversibile, per cui: niente paura!

↑ indice ↑

3 – Acquistare un dominio.. o no?

Per realizzare un sito abbiamo innanzitutto bisogno di uno spazio internet sul quale posizionarlo. Abbiamo due possibilità la prima è di lasciarlo sullo spazio offerto da WordPress. La seconda è quello di noleggiare un dominio e uno spazio personalizzati.

In ogni caso prima di procedere al noleggio di un dominio vi consigliamo di creare un blog in via del tutto gratuita con WP in modo da testarne tutte le funzionalità. Una volta che avrete fatto pratica, potrete decidere di creare un sito direttamente su uno spazio dedicato.

Vediamo le due scelte nel dettaglio.

Sito ospitato gratuitamente da WP.

In questo caso l’indirizzo sarà ilnomescelto.wordpress.com e avremo a disposizione 4 gb di spazio per i contenuti (foto e altro).
WP offre la possibilità di affittare un dominio di primo livello con estensione .com per soli (al momento della stesura delle dispense di 18 dollari). La procedura è agevolata ma vi sono alcune limitazioni.

Sito ospitato da un provider

Se invece preferiamo possiamo noleggiare un nostro dominio e spazio con differenti benefici.

I servizi che offrono domini e servizio hosting sono numerosi, io consiglio generalmente Aruba e Hostingsolutions, che sono italiani oppure Godaddy.com,  servizio statunitense.

Quando vi rivolgerete ad un provider vi saranno due passaggi fondamentali da fare. Il primo è scegliere il nome, ad esempio www.giacomocusano.com spesso se non è libero con una estensione vi capiterà di trovarne un’altra libera, magari anziché .it .com . net per approfondire l’argomento vi rimandiamo al sito www.html.it.

NOTA: caratteristica fondamentale del servizio è essere uno spazio linux con mySQL, non windows altrimenti non funziona. In caso di dubbi contattami senza problemi.

↑ indice ↑

4 – Installazione su uno spazio hosting

Vi sono diversi sistemi per installare WordPress su un proprio spazio online. Alcuni Host offrono funzioni di semplificazione, ma la procedura standard è la seguente. Si comincia scaricando l’ultima versione di WP in italiano, sarà in formato .zip e la si decomprime.

Poi si ha bisogno di un programma di FTP (nel caso in cui l’Host non abbia inclusa tale funzione). I programmi di FTP servono per “vedere” la propria posizione sul server e poterci caricare i file. Quando acquistiamo lo spazio ci vengono fornite le informazioni necessarie per collegarci con un programma di questo tipo. Una volta effettuato il collegamento trasferiamo i file decompressi sul sito.

Tra i  programmi gratuiti scaricabili in rete troviamo: Cyberduck e Filezilla.

Per entrambi in fase di istallazione di WP saranno richiesti i seguenti dati:

  1. Server: ftp.ilnomedelfominio.it (.com o quello che è)
  2. Nome utente: il nome indicato dall’Host
  3. Psw: indicata dall’Host

Istruzioni per l’installazione.

Effettuare l’upload via FTP in una cartella appositamente creata, ad esempio “wordpress”. Avviare l’installazione all’indirizzo: http://www.nomedominio.xx/wordpress/wp-admin

Andando sul sito vi compare un messaggio dove vi dice che non si trova il file wp-config.php. Voi cliccate su “Create a Configuration File”

Prima di procedere saranno richieste alcune informazioni relative al Database MySql. Click sul pulsante Let’s Go. Compilate quindi i campi necessari.

Nei relativi campi inserire correttamente nella forma indicata, tutte le informazioni necessarie richieste e inerenti al Database MySql come: Nome del Database, UserName del Database, Password, Host del Database e successivamente procedere con l’installazione dal pulsante Submit.

L’installazione è ultimata. Click sul pulsante Run the install

Dal seguente passaggio, indicare nei relativi campi, il Titolo del proprio WordPress e un Indirizzo di posta elettronica personale che il sistema utilizzerà per recapitare tutte le informazioni necessarie relative al CMS. Ultimare l’installazione dal pulsante Install WordPress.

Prendere nota della Password che l’applicativo genera automaticamente per voi, da cambiare eventualmente al primo accesso.

Inserire Username e Password nei rispettivi campi ed effettuare il Log In.

Dal Pannello di Gestione, nelle Impostazioni Generali, consigliamo di rendere attive le opzioni indicate, da consentire a chiunque utente di registrarsi e ai solo utenti registrati di lasciare il proprio commento:

  • Tutti possono registrarsi
  • Gli utenti devono essere registrati per inserire commenti

Successivamente salvare le impostazioni. A questo punto siete pronti per cominciare.

↑ indice ↑

5 – Bacheca

La Bacheca è la plancia di controllo principale per accedere rapidamente alle aree più utilizzate di amministrazione del tuo blog. Sulla sinistra è presente il menù con le voci per la gestione del sito. Nella pagina centrale invece abbiamo diverse finestre che ci tengono aggiornati sulle novità del nostro sito e del mondo WordPress.

Nella finestra principale abbiamo otto moduli che possiamo personalizzare andando in “Impostazioni Schermo”:

  • Stato Attuale;
  • Commenti Recenti;
  • Collegamenti per la ricezione;
  • Plug-in,
  • QuickPress;
  • Bozze recenti;
  • WordPress Blog;
  • Altre notizie di WordPress.

 

Personalizzare la pagina della bacheca

Impostazioni Schermo

In alto sulla destra abbiamo il pulsante per settare le IMPOSTAZIONI SCHERMO che consentono di scegliere quali moduli vengono visualizzati, e quante colonne vengono utilizzati per visualizzare questi moduli.

Visualizza a schermo

Sono elencati i vari moduli Dashboard con una casella di controllo accanto a ciascun modulo. Selezionare la casella per ogni modulo che si desidera visualizzare, oppure deselezionare la casella per non visualizzare quel modulo.

Layout dello schermo 

In questa sezione, fare clic sul numero (da 1 a 4) corrispondente al numero di colonne che si desidera utilizzare per visualizzare i vari moduli. Se si aumenta il numero di colonne, è necessario riorganizzare i moduli.

Gestire e modificare i moduli,

Ogni modulo può essere espanso o contratto facendo clic sulla barra del titolo del modulo. Alcuni moduli, come link in entrata , possono essere modificati facendo passare il cursore del mouse sulla barra del titolo del modulo, e poi, quando il collegamento Configura è visto, clicca su che per iniziare a modificare il modulo

Riorganizzare la Bacheca

I moduli possono essere spostati in alto o in basso, o una colonna a colonna, facendo passare il cursore del mouse sulla barra del titolo del modulo, quando il cursore del mouse a 4-frecce, tenere premuto il pulsante sinistro del mouse, trascinare il modulo a cui si desidera posizionarlo, quindi rilasciare il pulsante del mouse. I moduli possono essere visualizzati fino a quattro (4) colonne come indicato in Opzioni schermo.

Aggiunta di nuove Dashboard Widget

Gli sviluppatori di plug-in o un tema possono fare nuove Dashboard Widget disponibili tramite plug-in (o functions.php) codice molto facilmente. Per ulteriori informazioni vedere la Dashboard Widget API .

I Widget principali

Stato Attuale

Il modulo “Stato Attuale” fornisce un breve riepilogo delle varie statistiche del blog, compreso il numero di messaggi, pagine, categorie, tag, commenti, approvato commenti, in attesa di commenti e spam commenti. Davanti ad ogni tipo di contenuto, una statistica (numero) viene visualizzato sotto forma di un collegamento. Clicca su quella statistica e che si dirige verso l’area specifica per gestire tali contenuti.

Inoltre, il tema corrente è descritta insieme al numero di Widgets in uso.

Nella parte inferiore del modulo ORA possiamo vedere quale versione di WP stiamo utilizzando.

Commenti recenti

Tutti gli ultimi commenti con la possibilità di approvarli.

Links in entrata

Ci avvisa nella maggioranza di casi in cui il nostro sito sarà linkato.

Plugins

Il modulo Plug-in visualizza il più popolare, il più nuovo, e Plugins aggiornata di recente.

Clicca su Plug-in per visitare pagina del plug-in in WordPress Extend Plugins del sito. Clicca sul link “Install” per avviare il processo di installazione di tale plug-in.

QuickPress

Il modulo QuickPress permette a rapidamente e facilmente scrivere un nuovo post (o progetto). Immettere un titolo del post, caricare, digitare il contenuto del post, aggiungere tag e fare clic sul pulsante Pubblica o fare clic sul pulsante Salva Bozza.

Bozze recenti

Questo modulo permette di raggiungere facilmente i tuoi ultimi progetti di messaggi. Cliccando sul titolo del progetto di post che porta alla schermata Modifica Messaggio dove il palo sono modificabili.

WordPress Blog

Questo modulo Dashboard elenca “le ultime notizie dal sito ufficiale blog WordPress. Per restare sempre aggiornati sulle ultime novità di WP.

Altre Notizie WordPress

E in questo dialogo, ci sono titoli di post e link ad altri blog dedicati alla comunità di WordPress.

↑ indice ↑

6 – Configurazione di base: impostazioni

La Bacheca offre poi l’elenco completo delle impostazioni per la gestione del sito. Vediamo ora le voci principali in modo da ottimizzare il tutto. In ogni caso le impostazioni sono modificabili anche successivamente per cui potremo sempre tornare sui nostri passi.

Menù IMPOSTAZIONI

  • Generale
  • Scrittura
  • Lettura
  • Discussione
  • Media
  • Permalink

Impostazioni generali

Bacheca > Impostazioni > Generali

La schermata Impostazioni generali è la schermata di default nella schermata di amministrazione delle impostazioni e controlla alcune delle impostazioni di configurazione di base per il vostro sito: dal titolo e la posizione del tuo sito, chi si può possono registrare sul vostro sito, e come date e gli orari vengono calcolati e visualizzati .

Titolo del sito

Inserisci il nome del tuo sito (o blog) qui. La maggior parte dei temi visualizzeranno questo titolo, nella parte superiore di ogni pagina, e in del browser barra del titolo del lettore.

Messaggio personale

Inserite qui la tagline del sito: in pratica cos’è. La tagline è un frase breve, o una frase, usata per trasmettere l’essenza del sito stesso e spesso è divertente o accattivante.

Indirizzo WordPress (URL)

Inserisci l’URL completo della directory contenente i file dell’applicazione di base. Se si è installato WordPress nel tuo spazio web, questo indirizzo sarà la radice URL http://example.net

Indirizzo e-mail

Inserisci l’indirizzo e-mail che si desidera WordPress usi per inviare messaggi riguardanti l’amministrazione e la manutenzione del vostro sito. Ad esempio, se si consente ai nuovi utenti di registrarsi come membro del vostro sito una notifica verrà inviata tramite e-mail a questo indirizzo.

Inoltre, se l’amministratore vuole ricevere via email eventuali commenti postati, questi arriveranno all’indirizzo indicato.

Successivamente passare a settare le preferenze riguardanti gli orari.

Impostazioni di scrittura

Contiene impostazioni di importanza secondaria.

Impostazioni di lettura

Le opzioni nella schermata di lettura delle impostazioni sono pochi, ma comunque importanti. Si può decidere se si desidera che le pagine siano simili ai blog oppure statiche con solo i contenuti. È possibile regolare il numero di messaggi che vengono visualizzati ed è possibile regolare gli RSS.

La pagina iniziale mostra

  • I tuoi ultimi messaggi– Quanti articoli vogliamo che siano visualizzati al massimo.
  • Pagina statica – Per avere una pagina iniziale statica oppure con tutti gli ultimi articoli.
  • Prima pagina– Selezionare nel menu a tendina l’attuale pagina che si desidera visualizzare come la tua pagina. Se non si seleziona una scelta qui, allora effettivamente il tuo blog mostrerà i tuoi messaggi sia nella prima pagina del blog che sulla pagina “news”
  • Pagina news – Selezionare nella casella a discesa il nome della pagina che ora conterrà i vostri messaggi. Se non si seleziona una pagina qui, i vostri messaggi saranno accessibili tramite altre funzioni di navigazione, come categoria, calendario, o link archivio unico. Anche se la pagina è protetta da password ai visitatori non verrà richiesta una password quando si visualizza la pagina Messaggi

Le pagine del blog visualizzano al massimo 

  • [X] messaggi– Inserire il numero di post da visualizzare, per ogni pagina, sul tuo sito.
  • [X] messaggi– Inserire il numero di posti la gente vedrà quando scaricano un feed del tuo sito.

Il Feed includerà:

  • Testo integrale– Per includere l’intero contenuto di ogni post.
  • Sommario– Comprende un riassunto del post. Questo potrebbe risparmiare larghezza di banda.

Controllare i motori di ricerca al fine di scoraggiare questo sito dall’indicizzazione: per chiedere i motori di ricerca di non indicizzare il sito.

Terminate le modifiche fare clic su Salva Modifiche.

Discussione

Utili per chi usa WordPress prevalentemente con funzioni di Blog. In questo caso si riescono a settare molto bene i vari commenti.

Media

In questa sezione potete trovare delle informazioni molto utili per la gestione dei formati delle foto da inserire nel blog/sito. Ovvero potete impostare le dimensioni predefinite dei vari formati delle immagini.

Permalink

I Permalink indicano l’indirizzo della singola pagina. Conviene settarli dall’inizio in modo che la pagina sia indicata con il nome, questo affinché sia trovata meglio dai motori di ricerca.

↑ indice ↑

7 – Scegliere un tema

La scelta del tema è importante per due motivi. Dal punto di vista grafico deve essere coerente con il tipo di prodotto che intendiamo offrire e non ovviamente basarsi solo sui gusti personali. Dal punto di vista tecnico conviene leggere le caratteristiche del tema in modo da verificare che supporti i plug-in che ci interessano. Con WP è molto semplice cambiare tema scegliendone tra una grande varietà.

Ogni tema poi potrà essere personalizzato a proprio piacimento secondo due differenti livelli. A livello base vi saranno delle impostazioni apposite per cambiare i dettagli ove possibile. Altrimenti mettendo mano al codice xhtml e php si potranno creare pagine completamente personalizzate.

Nella scelta che abbiamo dei temi possiamo selezionare un filtro grazie al quale selezionarne un gruppo in base alle nostre esigenze di attività oppure grafiche.

Per istallare un tema bisogna andare in bacheca > aspetto > istallazione temi e andare a caricare il tema prescelto dopo averlo opportunamente scaricato dal sito di WP.

Sono veramente molti i siti che offrono temi gratuiti e a pagamento oltre quelli offerti da WP eccone una selezione:

↑ indice ↑

8 – Articoli

La schermata Articoli offre la possibilità di gestire tutti i messaggi in un blog. Qui gli articoli possono essere modificati, cancellati, e visualizzati. La ricerca filtrata rende anche facile trovare rapidamente i messaggi che corrispondono a criteri più avanzati.

Diverse caratteristiche permettono di messaggi da modificare in massa permettendo campi come Autore, Commenti ammessi, Stato. E’ importante notare, che le categorie e tag possono essere aggiunti in massa ad un insieme di messaggi, ma non è possibile modificare o eliminare, una categoria, o Tag. Inoltre, una funzione Quick Edit fornisce un metodo semplice per cambiare una moltitudine di valori, ad esempio Titolo, Data, Categoria e, per un dato messaggio.

Gestire la tabella articoli

  • [ ]– Mettere il segno di spunta sull’articolo che si vuole modificare.
  • Titolo– Questo è il titolo del messaggio visualizzato come collegamento. Si clicca sul titolo per modificare il messaggio.
  • “ID”– Numero ID di un messaggio è il numero unico di WordPress utilizzato per identificare i singoli messaggi.
  • Autore– espressa in forma di un link, questo è l’ autore che ha scritto il post. Facendo clic sul link autore fa sì che tutti i Messaggi scritti da tale utente saranno recuperati.
  • Categorie– Visualizza tutte le categorie, in forma di link, per cui questo post appartiene.
  • Tag– Visualizza tutti i tag, sotto forma di link, associati a un post.
  • Commento – Ogni commento viene indicato in modo che si possa passare all’approvazione.
  • Data– La colonna Data per ogni post mostra la Data di ‘pubblicazione’ per i messaggi pubblicati o la data ‘di ultima modifica’ per altri messaggi. Se il messaggio è un “futuro Post”, viene visualizzato il numero dei giorni per il quale è prevista la pubblicazione.

Colonne ordinabili

Su alcune intestazioni di colonna, come il titolo, autore, e la data, è possibile fare clic per ordinare la tabella dei messaggi in ordine ascendente o discendente.

Visualizza

Appena a destra sopra la tabella di messaggi, due icone, Vista elenco, e Stralcio View, è possibile fare clic per determinare la quantità di informazioni di cui con ogni post. La visualizzazione predefinita è la Visualizzazione Elenco e solo il Titolo del post è elencato per ogni post. Fare clic su Visualizza l’Estratto di provocare un estratto per il messaggio da visualizzare appena sotto il Titolo del post.

Pagina di navigazione

Sotto le Opzioni della schermata, il numero di messaggi visualizzati per pagina è determinato. Se più di una pagina di Messaggi è disponibile, due scatole a doppia freccia per spostarsi alla prima e l’ultima pagina sono forniti. Anche due scatole singola freccia vengono visualizzati per spostare una pagina avanti o indietro. Infine, una scatola che mostra il numero di pagina corrente può essere utilizzata per inserire una pagina per visualizzare direttamente.

Opzioni schermo

Le Opzioni della schermata consentono di scegliere le colonne da visualizzare, o non visualizzati, nella tabella sottostante. Facendo clic sulla scheda Opzioni dello schermo mostra un elenco delle colonne con una casella di controllo accanto a ogni colonna. Selezionare la casella per ogni colonna che si desidera visualizzare nella tabella, oppure deselezionare la casella per non visualizzare la colonna. Fare di nuovo clic sulla scheda Opzioni di schermo per chiudere le Opzioni della schermata. Inoltre, il numero di messaggi per pagina può essere impostato.

Cerca

Per cercare i vari messaggi, la ricerca può essere affinata con l’uso delle opzioni Filtro.

Utilizzare Selezione, Azioni, e Applica

Selezione

Quest’area permette di eseguire Azioni in blocco su uno o più messaggi selezionati nella tabella. Per eseguire azioni multiple bisogna prima selezionare i messaggi prima tramite uno dei seguenti metodi:

  • Seleziona una post alla voltamettendo il segno di spunta all’interno della casella.
  • Selezionare tutti i post in data Tavola- tutti i messaggi in una determinata tabella possono essere selezionati controllando la casella di controllo del titolo della tabella, o bar piè di pagina. Naturalmente, deselezionando la casella di controllo di intestazione o piè di pagina barra del titolo causerà tutte le voci che la tabella di essere deselezionata.

Inverti Selezione – Una selezione inversa significa elementi selezionati diventano incontrollato, e le voci incontrollate diventano controllati. Una selezione inversa si ottiene tenendo premuto il tasto Shift sulla tastiera e cliccando l’intestazione o piè di pagina casella di controllo barra del titolo.

Azioni

Azioni descrivono il processo da eseguire su particolari messaggi. Ci sono due tipi di azioni che saranno indicati come azioni di massa e le azioni immediate. Di seguito vengono descritte le seguenti azioni:

  • Azioni in blocco – Queste azioni possono essere eseguite su uno o più messaggi, in una sola volta, se tali messaggi sono stati precedentemente selezionati. Bulk Le azioni sono disponibili, se presenti, di scelte nella casella a discesa Azioni in blocco, sopra la tabella. Le uniche azioni in blocco consentiti sono modificare e cancellare.
  • Azioni immediate – Sono eseguiti immediatamente, su un singolo post. Passando il cursore del mouse sopra la riga Post rivela la Modifica, eliminare e visualizzare le opzioni nella colonna Nome, nella fila di quel messaggio. Cliccando sul nome di un messaggio anche avviare l’azione Modifica.

Le azioni disponibili sono descritte di seguito:

  • Edit – Questa azione può essere sia un “azione immediata” o un “azione di massa”. L’azione immediata, iniziata da fare clic sul nome Messaggio o facendo clic sull’opzione Modifica appena sotto il nome Post, fa sì che la schermata Modifica post da visualizzare. Edit è disponibile anche come azione di massa per i messaggi selezionati, in modo da vedere la sezione Modifica di massa per i dettagli sul processo di modifica collettiva.
  • Quick Edit – Quick Edit è un ‘”azione immediata” che permette una rapida modifica in linea di alcuni campi relativi a un messaggio. Vedere la sezione Quick Edit per i dettagli su questa azione.
  • Elimina – Questa azione elimina i messaggi. Elimina è disponibile sia come azione di massa, e di una azione immediata.
  • Visualizza – La presente azione presenta il messaggio così come appare in una singola visualizzazione post sul tuo blog. View è disponibile solo come azione immediata.
  • Modifica globale Per modificare tutto.
  • Annulla – Fare clic su Annulla per annullare l’operazione in corso.

Modifica Rapida – Azione immediata eseguita su un messaggio. Permette di modificare i seguenti articoli: – titolo, data, autore, password o casella postale privata, categorie, tag, permessi i commenti, consenti risposte e lo stato.

Aggiornamento post – Fare clic su Aggiornamento Messaggio per salvare le modifiche effettuate ai post.

Applicare – Per confermare l’avvio di modifiche di massa.

↑ indice ↑

9 – Pagine

La schermata Pagine offre la possibilità di gestire tutte le pagine in un blog. Attraverso questo schermo, le pagine possono essere modificate, cancellate, e visualizzate. Con i filtri si possono effettuare inoltre ricerche molto veloci.

Le pagine sono organizzate con una struttura simile a quella degli articoli per cui non la ripetiamo. Anche per le pagine è possibile applicare azioni in massa oppure sulle singole pagine. Cliccando su una pagina possiamo scegliere tra:

  • Modifica
  • Modifica veloce
  • Cestina
  • Visualizza

Modifica gestisci il contenuto e il titolo, puoi pubblicare la pagina oppure tenerla sotto forma di bozza. È possibile impostare (sulla dx) la data di pubblicazione.

In Attributi pagina > Genitore è possibile scegliere se la pagina fa parte di un sottomenù oppure del menù principale. Oppure andando sotto “Modello” possiamo definire la pagina in modo che sia statica, che presenti una barra laterale oppure sia una pagina strutturata con funzioni blog.

Ordinamento è fondamentale per stabilire in che ordine deve essere posizionata la pagina rispetto alle altre. Se lasciamo come valore “0” le pagine saranno disposte in ordine alfabetico.

Infine possiamo gestire l’Immagine in Evidenza della pagina, ovvero caricare l’immagine che farà da copertina alla pagina.

In “visibilità” abbiamo inoltre alcune importanti funzioni che permettono di rendere una pagina completamente accessibile, privata, oppure accessibile tramite password.

In fase di modifica della pagina possiamo visualizzare al pagina in modalità testo oppure visuale. La modalità testo permette l’inserimento di codice xhtml per personalizzare ulteriormente il contenuto. Utile soprattutto in caso vi sia necessità di inserire tabelle.

Modifica veloce

In modifica veloce non possiamo modificare il contenuto, ma abbiamo accesso alle principali modifiche presenti in “Modifica” con inoltre le opzioni che permettono agli altri di commentare. Oppure di impostare una password alla pagina se settata come pagina privata.

↑ indice ↑

10 – Utenti

WordPress utilizza un concetto di ruoli, progettato per dare il sito proprietario la capacità di controllare ciò che gli utenti possono e non possono fare all’interno del sito. Il proprietario di un sito web in grado di gestire l’accesso degli utenti alle operazioni come la scrittura e la modifica dei postla creazione di paginela definizione dei collegamentila creazione di categoriemoderare i commentila gestione di plugintemi di gestione , e la gestione di altri utenti , assegnando un ruolo specifico a ciascuno degli utenti.

WordPress ha sei ruoli predefiniti:

  • Super Admin – accesso al sito con funzioni di amministrazione di rete e tutte le altre caratteristiche. Rispetto all’Amministratore può agire su tutti i siti presenti sul dominio.
  • Amministratore – ha accesso a tutte le funzioni di amministrazione all’interno di un singolo sito.
  • Editore – può pubblicare e gestire i messaggi tra i post di altri utenti.
  • Autore – può pubblicare e gestire i propri messaggi.
  • Collaboratore – può scrivere e gestire i propri messaggi, ma non li può pubblicare.
  • Abbonato – può gestire solo il loro profilo.

↑ indice ↑

11 – Commenti

Se avete realizzato un blog i commenti ne sono la parte fondamentale. I commenti sono infatti espressi dai visitatori e hanno il pregio di contribuire in maniera fondamentale alla visibilità del sito sui motori di ricerca. Devono però essere gestiti correttamente per evitare situazioni di imbarazzo o spam indesiderato (ad esempio gente che anziché commentare inserisce messaggi pubblicitari).

Le impostazioni dei commenti si trovano in: impostazioni > discussione

La voce principale è “Consenti al scrittura di commenti per i nuovi articoli” se state realizzando un sito tradizionale potete togliere il segno di spunta a questa voce.

Le impostazioni seguenti sono molto utili per gestire i commenti, sono molto intuitive e tra queste le evidenziamo:

In “Altre impostazioni commenti” troviamo: “Gli utenti devono essere registrati e fare il login per poter inviare commenti”

Consiglio di lasciare il segno di spunta in modo da far registrare gli utenti per inserire un commento.

In “Inviare una email ogni volta che” possiamo chiedere di ricevere una email quando qualcuno commenta.

Inoltre in “Prima che appaia un commento” possiamo scegliere di dover approvare un commento prima venga postato (scelta assolutamente consigliata).

Ogni commento comparirà nell’apposita sezione per essere approvato. Le operazioni che potremo fare saranno: “Non approvare” – “Rispondi” – “Modifica” – “Spam” – “Cestino”.

E’ possibile quindi segnalare come spam un commento, ma nel caso in cui la situazione di commenti “spam” diventi ingestibile è possibile istallare il plug-in “A Kis-met” (già presente nella directory plug-in, basta attivarlo) questo plug-in è a offerta libera.

↑ indice ↑

12 – Plugin

I plug-in sono il vero punto di forza di WordPress. Poiché questo sistema ha un codice open source sono moltissimi i programmatori che hanno potuto sviluppare applicativi che funzionano in simbiosi con WP. Alcuni di questi sono fondamentali. Ora vedremo i migliori.

Per attivare un Plug-in dovete andare nell’apposita sezione e cliccare su “Aggiungi nuovo”.

Alcune estensioni aggiungono una nuova voce nel menù, mentre altre solo appositi pulsanti.

Volete realizzare un form per gestire i contatti con l’amministratore del sito?

Fast Secure Contact Form: ottime le funzioni di sicurezza  (captcha).

Serve una galleria di immagini di sicuro impatto?

Flexible Lightbox.

Per l’istallazione di un servizio di newsletter:

Alo Easymail Newsletter. Ha tutte le funzioni più utili per gestire le proprie newsletter.

Condividere le informazioni sui social network

Facebook, Twitter & Google+ Social Widgets.

Statistiche visitatori

Google Analytics for WordPress

Backup del sito

WP Complete Backup

SEO

WordPress Seo by Joost de Valk. Una volta istallato vedremo le voci:

  • Anteprima: come apparirà in Google.
  • Parola chiave principale: quella che meglio descrive l’articolo.
  • Titolo Seo: il titolo della pagina (evidenziato in blu in Google).
  • Meta description: una descrizione breve dell’articolo.

Negozio Online

Market Press lite.

 

↑ indice ↑

13 – Le immagini

Le immagini in WordPress sono suddivise in due categorie. La prima è sicuramente l’Immagine in Evidenza che è quella che fa da copertina all’articolo o alla pagina. Come qualsiasi altra immagine in fase di caricamento sarà prima inserita nei contenuti multimediali.

Le immagini del sito saranno inserite tutte nella cartella “Images”.

Ogni immagine inserita potrà essere impostata con alcuni dettagli che sono molto importanti per le tecniche SEO:

  • Didascalia: il nome dell’immagine.
  • Testo alternativo: il testo che compare in caso l’immagine non sia visualizzata.
  • Descrizione: la descrizione dell’immagine (inserire un testo più lungo e discorsivo).

Conviene inserire immagini in formato Gif, Jpg, o Png con una risoluzione di 96 dpi.

↑ indice ↑

14 – Indicizzazione

Per far salire il sito nel page rank dei motori di ricerca bisogna effettuare una serie di operazioni di tecniche SEO. In ogni caso i consigli che mi sento di dare sono i seguenti.

I motori di ricerca premiano due condizioni principali:

  • l’onestà intellettuale.
  • I link da/a il nostro sito.
  • Il numero dei visitatori.

Pertanto evitate pagine ripetute e trucchetti fasulli, aumentate i link al vostro sito sia segnalandolo ove possibile online che effettuando uno scambio link con siti vostri partner.

Abbiate pazienza che i motori di ricerca hanno bisogno di un paio di mesi per riconoscere i siti. Più traffico è indirizzato verso il vostro sito e più comparirà in alto nei motori di ricerca.

Come consigliato prima è importante istallare il plug-in WordPress Seo di Joost de Walk.

↑ indice ↑

15 – Realizzare un sito di E-commerce

Vi sono diversi plug-in di E-commerce per WordPress ma sicuramente “MARKETPLACE” è uno dei migliori. Vi sono due versioni di questo plug-in: base e a pagamento. Già con quella base è possibile realizzare una pagina di e-commerce.

Le impostazioni sono semplici, per cominciare andiamo su “Presentation” e settiamo tutto a dovere. Poi incominciamo a gestire gli articoli inserendo le voci e i prezzi. Per ogni prodotto sceglieremo la categoria del prodotto, le parole seo ed eventuali spese aggiuntive disponibilità ecc.. Bisogna prestare attenzione al fatto che non tutti i temi sono disponibili per poter essere usati con questo plug-in.

Metodi di pagamento: Marketplace supporta i metodi di pagamento tradizionali  come bonifico bancario, postepay o paypal, in questo caso le impostazioni dipendono dal servizio scelto.

↑ indice ↑

16 – Newsletter

La newsletter è sicuramente uno dei metodi di comunicazione più usati. Vi sono diversi sistemi per gestire le newsletter a partire dai servizi esterni dedicati ad appositi software da istallare sul pc. WordPress offre un servizio utile molto interessante: ALO Easy Email Newsletter.

Prima di qualsiasi operazione dobbiamo inserire gli iscritti, per aggiungerli possiamo farlo:

  • Manualmente
  • Dagli utenti registrati
  • Dai file CSS

Inseriti gli utenti si clicca su “Aggiorna” e il plug-in genera una pagina di iscrizione alla newsletter.

ALO offre alcuni modelli precompilati per la creazione delle newsletter, in ogni caso la pagina da inviare si crea in maniera simile a quella di un articolo. Successivamente si scelgono i destinatari e si procede all’invio. Si potrà poi controllare lo stato di avanzamento delle newsletter. Tra le informazioni importanti vi è la voce “visite uniche” che identificano le visite che il sito ha avuto in seguito alla newsletter.

↑ indice ↑

17 – Backup

I dati del sito sono salvati in due spazi: il Database mySQL e il File System. Nel primo sono salvate le informazioni dei pos, le categorie i commenti e la maggior parte delle informazioni. Nel secondo invece gli allegati, la grafica, i temi plug-in ecc..

Con WP Complete Backup il processo di backup è automatizzato e la copia verrà inviata via email periodicamente. Il plug-in effettua una copia di backup sul server che sarà direttamente scaricabile dal browser. Dopo aver scaricato la copia di backup converrà eliminarla dal server se abbiamo problemi di spazio. Se per qualche motivo avrete bisogno della copia di backup potrete reinstallare Wp poi il plugin e cliccare su “Restore Backup From Upload”.

↑ indice ↑

18 – Disclaimer

In base al tipo di sito che fate potete inserire un disclaimer che ne identifichi le proprietà intellettuali. Ogni informazione su Creativecommons.org.

↑ indice ↑

Note

Le presenti dispense sono realizzate e destinate agli studenti dei miei corsi di WordPress , pertanto non vendibili e non cedibili a terzi. Tutti i diritti riservati.

PS se le avete trovate utili commentate e valutate l’articolo grazie!