Quella che è passata come una notizia di secondo ordine è in realtà di estrema importanza per i gestori di siti, blog e forum. La Corte Europea dei diritti dell’Uomo ha ritenuto valida la condanna ad un portale Estone per aver contenuto post estremamente offensivi, volgari e diffamatori nei confronti di una società che aveva commesso disservizi. Come accade spesso nei blog molti utenti, registrati anche sotto falso nome, avevano criticato con post diffamatori e volgari una società che a loro detta era colpevole di disservizi. Ebbene per la prima volta il portale è stato sanzionato perché reo di non aver filtrato simili commenti e di aver permesso di essere visibili sul proprio sito.

La cosa importante è che, secondo la Corte Europea, non è stata compromessa la libertà di espressione. Questa è la chiave di volta di questa situazione. Se entro tre mesi (a partire dal dieci ottobre) le parti in causa non chiederanno un nuovo esame la decisione diventerà definitiva e le conseguenze per blog e social network potranno essere realmente massive. (Fonte: IlSole24Ore)