CODING FOR KIDS powered by IED

Con Sphero Bolt

Cosa

Un laboratorio gratuito per avviare i ragazzi all’arte della programmazione (o coding se preferisci) grazie all’uso di Sphero Bolt un robot veramente cool.

Obiettivi

Avvicinare alla programmazione e alle leggi basilari della fisica grazie al coding. Imparare le sottili skills del problem solving con l’utilizzo del pensiero logico-creativo.

Dove

Acquario Civico di Milano, una location già per sé coinvolgente che ha entusiasmato i giovani partecipanti e i loro genitori.

Per chi

Bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni.

Tenuto da

Io e Luca Infante entrambi docenti IED e un po’ nerd se possiamo dirlo 😉

Come è andata

Benissimo. Articolo terminato. 🙂

In che senso? Nel senso che è stato un evento che ha entusiasmato tutti, bambini e genitori presenti (anche grazie agli eventi presenti nell’Acquario Civico) e ovviamente i due formatori.

Oltre 20 ragazzi hanno potuto sperimentare l’arte del coding grazie a Sphero Bolt, il simpatico robot sferico che, dotato di accelerometro e numerosi altri strumenti, poteva essere programmato o telecomandato.

Uno dei gruppi di ragazzi si cimenta con gli Sphero Bolt. Devono programmarli in modo che partendo dal punto A seguano il percorso fino all'arrivo (il cerchio blu)
Uno dei diversi gruppi in azione

Da subito ha riscosso l’interesse dei ragazzi che non riuscivano a credere ai loro occhi nel vedere una sfera che da sola cambiava direzione.

Abbiamo quindi cominciato con un momento breve di formazione diretta per poi proseguire con challenge sempre più sfidanti. Da percorsi più semplici a più complessi.

Le challenge entusiasmavano tutti, se poi i ragazzi avevano un loro progetto da proporre lo proponevano creando loro stessi delle challenge.
Nell’immagine si possono notare gli Sphero con le loro matrici colorate

Dopo che i ragazzi, muniti di tablet e telefoni per poter programmare i robot, hanno acquisito familiarità li abbiamo lasciati sperimentare.

I risultati, come era facile aspettarsi, hanno superato le aspettative, finché due gruppi si sono cimentati in un gioco con Sphero Bolt dove alcuni robot di una squadra se toccavano quelli dell’altra li convertivano ai loro colori.

L’evento è stato lungo, dalle 10:30 alle 17:00 ma il tempo è volato per tutti. Un bel momento che non dimenticherò mai.

Ringraziamenti

Oltre allo IED che mi ha proposto questo laboratorio voglio sinceramente ringraziare:

Luca Infante per la grande simpatia e immensa conoscenza informatica;

Mattia Gadda dello IED per avermi coinvolto nel progetto

e sopratutto lo staff dell’Acquario Civico, molto cortese e disponibile.

Infine

Se sei interessato ad altre informazioni su questo simpatico robot leggi l’articolo che gli ho dedicato Leggi “Sphero e basta”