Camera Raw è il potente software di Adobe per la gestione e modifica dei famosi file. Vediamo come usarlo.

Camera Raw

Questo potente strumento di Adobe permette di gestire ed elaborare i file Raw. Le applicazioni con le quali lavora in simbiosi sono: Photoshop, Photoshop Elements, Bridge e Lightroom che si basa proprio sui potenti algoritmi di Camera Raw.

L’interfaccia si divide in 3 aree principali:

L’area dell’immagine, dove è importante prendere confidenza con le anteprime e la possibilità di lavorare quindi con parte dell’immagine originale e parte di quella modificata. Inoltre se premi “P” vedi l’immagine come era prima e come è dopo la modifica.

L’area file, posta sulla sinistra ti permette di scegliere quale file aprire e di lavorare su più file contemporaneamente applicando in massa le modifiche.

Il pannello delle regolazioni sulla destra è gestito molto bene: di qualsiasi modifica si tratti, cliccando sul cursore esso ritorna nella sua posizione originaria, permettendo di sperimentare senza troppi timori.

In ogni momento, andando nelle opzioni base, è possibile ripristinare le modifiche effettuate o esportare il file xmp in caso lo si debba applicare ad altri file

Regolazioni base

Bilanciamento del bianco

Predefiniti: alla sinistra della voce Bilanciamento del bianco possiamo aprire un menù con il quale impostare i predefiniti. Se clicchiamo invece sui quattro rettangoli si vede l’anteprima dei profili predefiniti

Temperatura e tinta. Tra i due conviene usare solo Temperatura. Tinta modifica in modo innaturale la tinta dell’immagine.

Regolazione dell’esposizione

In Camera Raw i comandi che riguardano l’esposizione sono:

  • Auto: le impostazioni automatiche come al solito sono da usare solo in caso di fretta oppure se si desidera qualche suggerimento.
  • Esposizione: lavora più sui mezzitoni
  • Neri: sono le ombre più scure quasi nere
  • Ombre: ombre normali
  • Luci: le luci normali
  • Bianchi: le luci più intense quasi bianche

Un flusso di lavoro corretto prevede una lavorazione che parte da Esposizione e via via scende. I comandi principali sono Esposizione e Contrasto. Dopo di loro si scende con le regolazioni.

Nell’istogramma in alto è utile prestare attenzione al triangolo in alto a dx. Cliccandolo si avrà una anteprima delle zone dove si perdono i dettagli. Dove la zona è rossa allora conviene diminuire la quantità di bianchi.

Dopo aver regolato le luci come ultimo passaggio si regolano i bianchi e i neri.

Chiarezza: lavora sui dettagli, non è indicata per i volti.

Curve di viraggio

Le curve di viraggio funzionano come in Photoshop con la differenza che è possibile scegliere se usarle in modo tradizionale (per punti) oppure parametriche. La cosa che stupisce sempre è la potenza degli algoritmi che sono più accurati di quelli di Photoshop stesso.

Nota: è possibile salvare i settaggi delle curve per poterle poi utilizzare su altre immagini.

Dettagli

In questa sezione troviamo invece una serie di impostazioni con le quali possiamo migliorare i contrasti e il disturbo con notevole precisione.

É molto interessante provare a vedere la potenza del comando “Luminanza” nelle situazioni in cui vi è necessità di aumentare molto la nitidezza. Con una immagine scattata in scarsità di luce possiamo riuscire ad abbattere l’effetto del disturbo che si viene a creare. Gli algoritmi di Camera Raw si mostrano in tutta la loro potenza!

Regolazioni HSL

(miscela in bianco e nero se usato con immagini in scala di grigio)

Permettono di modificare in base alle tonalità primarie scelte presenti nella foto:

  • Hue (tonalità)
  • Saturation (saturazione)
  • Luminance (luminanza)

Questi parametri possono essere usati anche per le immagini in bianco e nero con ottimi risultati.

Divisione toni

Permette di impostare tonalità e saturazione a luce e ombre

Correzione obiettivo

Strumento molto potente che corregge le distorsioni provocate degli obiettivi delle diverse fotocamere. É notevole poter scegliere tra tutti i principali modelli di fotocamera e vedere il miracolo avverarsi 😉

Effetti

Sono contenuti diversi effetti che vanno ad operare per lo più sulla grana e sulla vignettatura dell’immagine.

Calibrazione

In questa sezione puoi calibrare i toni dell’immagine.

Predefiniti

Molti asset predefiniti. Interessanti

Menù strumenti

Nel menù strumenti abbiamo “attrezzi” puntuali. Possiamo usarli su singole immagini o su immagini in serie.

Menù Camera Raw in Photoshop

Onde evitare confusione, facciamo attenzione che anche in Photoshop abbiamo un menù Camera Raw, ci permette di applicare regolazioni con questi parametri anche ad immagini che non sono Raw. Ma non confondiamo le due cose 😉

Salvataggio ed esportazione.

Quando abbiamo terminato le nostre regolazioni possiamo passare quindi ad esportare l’immagine. Tra i vari file classici troviamo anche il Dng. il Digital Negative di Adobe, un file Raw, open, cioè compatibile e uniformato rispetto ai vari formati impostati dalle case produttrici, come indicato nel posto “Cos’è un file Raw” (che ti consiglio di leggere se non lo hai già fatto).