Seleziona Pagina

Cambiare l’hard disk al Mac Mini: da HD a SSD

Cambiare l’hard disk al Mac Mini: da HD a SSD

Ebbene sì, nella settimana di fuoco prima di Natale ho dovuto sostituire l’hd del Mac mini late 2012 e passare ad un velocissimo ssd. Ne avrei fatto a meno? Sì ma ora sono contento!

Prova a immaginare la settimana prima di Natale: la chiusura dei lavori, le mille cose da fare, le richieste dell’ultimo minuto, tu che vai al massimo e quella luce in fondo al tunnel che sembra avvicinarsi sempre di più.

Prova a immaginare te stesso concentrato ai massimi livelli, con una stanchezza addosso che neanche avessi fatto la maratona e mille cose da finire ma, nonostante tutto, sembra che tutto fili liscio…

E ora prova a immaginare che un bel giorno accendi il tuo fido aiutante (nel mio caso come fisso ho un Mac Mini late 2012 con processore I7 e 16GB di ram), aspetti qualche secondo il caricamento e poi vedi un bello schermo che diventa nero all’improvviso e rimane tale.

Tu non ci credi, non ci pensi, fai affidamento su te stesso e con scioltezza provi a riavviare tutto… e con altrettanta scioltezza il computer si spegne.

Un dubbio ti assale, ma tanto ti dici che è impossibile, ci vorrebbe veramente una bella sfiga sfortuna per rompersi il mac a pochi giorni dalle vacanze, in pieno delirio. Ovviamente è quello che è successo, le ho provate tutte: qualsiasi tipo di riavvio, di cambio di cavo e di riti voodoo, ma niente!

Per un attimo la prendo male, ma poi vado al fido centro assistenza e chiedo se possono fare qualcosa, già che ci sono, mi dico, gli faccio cambiare l’HD e faccio mettere un bel SSD che darebbe la giusta velocità al vecchio collega.

… … …

I tre puntini precedenti erano il momento che è passato tra quando sono andato al centro assistenza e quando ho visto le labbra del tecnico che, muovendosi in slow motion, mi dicevano che avrebbero potuto vedere il tutto a partire da gennaio. Panico!

Avrei potuto usare il portatile certo, ma stare oltre un mese senza il fido Mac mini non avrei retto.

Bella lì, momento di #orgogliocusano, remore degli assemblaggi fatti sui pc, mi scatta la sfida informatica. Compro per € 150,00 un bellissimo SSD da 1TB della Crucial che, secondo le descrizioni, sarebbe andato bene sul Mac mini.

Cosa è successo in seguito? Panoramica sui migliori tutorial (me ne sono serviti 2 diversi + il mio intuito) set di cacciaviti di precisione da tecnico informatico e via a smontare il Mac.

Ora, prima di proseguire ti avviso che quelle che seguono sono immagini dal contenuto forte. Se sei una persona sensibile non guardare perché verrà sezionato un computer! Questo non vuole essere un tutorial, se ne cerchi uno ve ne sono molti su youtube, ma solo un resoconto di 45 minuti di coraggio!

Per prima cosa si gira il Mac al contrario

Si toglie il coperchio ruotandolo in senso antiorario.

Poi si toglie la ram

Con accortezza si svitano le tre viti che permettono di liberare la ventola e con ancora più accortezza si toglie il delicato connettore.

Via la griglia di protezione

Via la placchetta di plastica laterale e infine via l’HD

Poi ho preso il nuovo SSD, ho riavvitato le due viti di supporto laterale ed ho rimontato il tutto seguendo la procedura al contrario.

Sembrava tutto a posto quando mi sono accorto che nel tutorial, mancava la parte in cui si spiegava come installare il sistema operativo!! 😞

Cerca e ricerca ed ho trovato una serie di applicazioni veramente semplici da usare, ho scaricato OSX Mojave sul mac e con una di queste semplici app ho creato una chiavetta di ripristino.

Poi ho provato a reinstallare tutto e… niente non mi leggeva l’SSD, e quindi:

PANICO + PESSIMISMO + FASTIDIO

Poi mi è venuto un lampo di genio: ho riavviato il mac con modalità ripristino e dal pannello ho inizializato il disco, ho ripetuto la procedura da app e via!

Conclusioni:

L’installazione è stata semplice, anche se per effettuare la manutenzione sul mac è necessario un kit di viti apposite (in ferramenta lo trovi per meno di 10€). Creare la chiavetta e il resto anche, sinceramente pensavo peggio. Il risultato è assicurato? NO! Ma ho risparmiato qualche centinaio di euro e ora, sopratutto: il mac è tornato una scheggia.

Ultimo consiglio, ho ripristinato i dati con Time Machine ma volutamente ho voluto reinstallare solo le impostazioni base: dopo 5 anni di utilizzo ho preferito ripristinare le app e i dati a mano in modo di evitare di passare anche qualche file spazzatura di troppo. Un po’ di pazienza ma ne è valsa la pena!

Con questa esperienza a breve cambierò anche l’hd al mac book e a tutto ciò che mi capita a tiro!

Se hai qualche dubbio: scrivimi!

Circa l'autore

Giacomo Cusano

Digital art | New media - Teacher @IED Istituto Europeo di Design - Director @Istituto Krisalide Media Design School - European - Born under the rain of Verbania, proud to live in Milan. I am available to help you about to: > enhance your brand image > manage new media > project training courses.

6 Commenti

  1. Rei

    Buongiorno Giacomo e buongiorno a tutti. Girando per il web alla ricerca di info mi sono imbattuto in questa pagina (http://www.giacomocusano.com/cambiare-lhard-disk-al-mac-mini-da-hd-a-ssd/) e ho letto questo articolo con molto interesse.
    Sono in procinto di acquistare un mac mini i5 dual core con 8 gb di ram e hd da 500, e dedicarlo alle mie produzioni amatoriali e casalinghe (suono la chitarra), Non ho molte pretese, non faccio produzione per lavoro, la mia è soltanto una passione e sono sempre stato nel mondo windows, poche tracce, pochi plugins… Ho già un ottima scheda audio : Motu Ultralite Hybid Mk3 collegata al mio notebook windows, e invece vorrei dedicare questo mac mini esclusivamente alla musica. Una macchinetta del genere riesco a prenderla sui 250/300, poi me la aggiorno da me sostituendo l’HD con un SSD, installando Mojave ed eventualmente upgradando la ram da 8 a 16 giga (ma non credo di averne bisogno al momento).
    Secondo te, vado bene così o mi devo orientare verso l’i7 e 16 gb di ram (al doppio del costo come minimo)?
    Un saluto a tutti e in particolare a chi mi risponderà 😉

    Rispondi
    • Giacomo Cusano

      Buongiorno Rei, secondo me va fatta una scelta, se si vuole risparmiare allora rimani su quella spesa con l’i5, ovviamente sapendo che si parte con un computer già obsoleto. Considera che anche il mio Mac mini (2013) quello indicato nell’articolo, da poco non può più essere aggiornato al nuovo sistema operativo (almeno in via ufficiale).

      Non conviene spendere di più o pensare a potenziamenti perché a livello economico il conto è presto fatto:
      Se upgradi (ram e sud) il tuo è facile arrivare sui 500 euro però avresti già un Mac ancora obsoleto.
      Invece se vedi il nuovo Mac mini con 800 euro prendi computer nuovo con i seguenti benefici: ha la garanzia e ti può durare una decina d’anni.
      Quindi in definitiva:300 euro in dieci anni sono 30 euro all’anno…

      Detto questo non conosco il programma che utilizzi quindi non so dirti i requisiti minimi che andrebbero verificati.

      Fammi sapere poi come va e, se posso essere di aiuto chiedi. Ciao

      Rispondi
      • Rei

        Innanzitutto grazie Giacomo,
        Userei questo mini mac esclusivamente per fare musica, e il bello di questi mac 2012 sono appunto la possibilità di espanderli aggiungendo ram e sostituendo l’hard disk. Ovvio che la scelta tra i due si poggia sull’ultimo modello, ma a caro prezzo che non mi posso permettere (anche perche tra ssd da 512 e 16gb di ram andiamo a sbattere a 1270 https://www.apple.com/it/shop/buy-mac/mac-mini/chip-apple-m1-con-cpu-8%E2%80%91core-e-gpu-8%E2%80%91core-512gb#), ergo credo che farò un passaggio intermedio optando per la scelta del mini i5 dual core, mettendoci un ssd che tra l’altro posseggo già… Vorrei solo riuscire a capire l’elettronica di questi mini mac, se si rompe sei fottuto o è possibile ripararli? a me basterebbe che duri almeno altri 3/5 anni….

        Rispondi
        • Giacomo Cusano

          Secondo me se hai già l’SSD allora fai bene a procedere in questo modo.
          A livello di elettronica non sono come i pc fissi tradizionali per cui è possibile sostituire il singolo componente, quindi dipende un po’ da cosa ti si rompe. Io in questi anni ho avuto solo un problema con una delle due porte video, dopo 5 anni non lo riparano più (ufficialmente) ma ho risolto il tutto usando la seconda porta con un adattatore.
          Detto questo è sempre bello poter dare nuova vita (e nuove funzioni) ai computer.
          Quando lo avrai fammi sapere come ti trovi 🙂

          Rispondi
          • Rei

            Grazie Giacomo, guarda sto prendendo in considerazione il fatto che quasi quasi mi faccio un mini mac nuovo (processore M) e tanti saluti, me lo faccio a raticelle, in questo modo avrò una macchina che mi sta in piedi per 10 anni 😉 Ovviamente la scelta è assai più dispendiosa rispetto a quella che ho fatto inizialmente, e la sto ancora valutando, ma, che dirti, magari in questo modo riesco ad avere un sistema buono per poter lavorare anche in altri contesti, oltre a quello musicale…. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.