Quello del media designer (o grafico multimediale) è un lavoro molto particolare, sicuramente difficile da incasellare in un solo concetto, un lavoro che fa della sua versatilità il vero punto di forza.

Le attitudini

Il media designer è un progettista di media. E per sapere come si progetta un media è necessario avere diverse capacità e attitudini.

Il media designer infatti deve conoscere la grafica non solo per gli elementi più ovvi ma deve essere anche in grado di saperla interpretare seguendo l’approccio psicologico dell’ UI/UX design.

Il media designer deve saper programmare e quindi mette in atto un modo di ragionare molto differente a quello del progettista di interfacce.

Il media designer deve pensare al futuro, il mondo digitale è così mutevole che deve essere pronto a nuovi programmi, nuovi linguaggi e piattaforme. Deve quindi saper pensare avanti e sopratutto con spirito critico.

Il media designer deve essere attento alle nuove tendenze, cosa usano i giovani, su quali piattaforme si spostano e come poter essere loro di aiuto.

Infine il media designer deve saper coniugare insieme tutte queste abilità, questo vuol dire essere veramente “smart” e tenere allenata la mente come ben poche professioni pretendono.

Quindi il media designer allena: pensiero critico, pensiero logico, creatività, fantasia e interazione.

La spendibilità in ambito lavorativo

Dal punto di vista lavorativo è sicuramente un lavoro unico nel suo genere perché, grazie a tutte le sue diramazioni, permette agli studenti di riuscire a trovare il percorso più attinente alle loro attitudini.

Gli innumerevoli sbocchi lavorativi fanno di questo lavoro uno dei più richiesti sul mercato.

Tra i vari sbocchi troviamo:

  • montaggio video
  • programmazione
  • audio
  • grafica
  • ui/ux design
  • robotica
  • gaming
  • e altro.

Quindi ogni studente potrà capire, avendo sperimentato i vari campi se ci si vuole specializzare o meno su una delle singole materie.

Il valore aggiunto

Oltre ad essere il “lavoro del futuro” permette di avere una visione multidisciplinare che, al giorno d’oggi è fortemente richiesta dalle aziende non solo quando si è alle prime armi ma anche quando ci sarà bisogno di gestire team di sviluppatori

Conclusioni

In definitiva:

  • Ti permette di trovare la tua strada.
  • Ti apre un mondo di possibilità
  • Ti aiuta a tenerti mentalmente operativo perché è costantemente proiettato al futuro.
  • Sei pagato bene.
  • Non ti annoi mai perché tutto in evoluzione ma sopratutto potrai cambiare da un aspetto ad un’altro.

Cosa vuoi più di così?

Le migliori scuole a Milano per diventare un media designer

Se invece cerchi un corso universitario, uno dei più innovativi è sicuramente quello dello IED che trovi qui

Se stai cercando una scuola superiore allora la migliore è l’Istituto Krisalide www.krisalide.net che trovi qui

Sei curioso al riguardo? Contattami o scrivi nei commenti.

Image by Gerd Altmann from Pixabay